Tag

, ,

Dammi amico il tuo sorriso
postelettorale, dammi compagno
il tuo giudizio universale, perché siamo
ginocchioni, tra le stole d’ermellino e milioni
di soldati. Ma figurati fratello
se apparisse al nostro fianco il paterno Berlinguer
quante auto verniciate, quante viti
si dovrebbero ingoiare
dalle pagine imbiancate , dalle urne,
tutti i nobili e i borghesi!
Non ho atteso la sentenza capitale,
eravamo già nel nulla dichiarato, enunciato,
e per ultimo sancito dallo stesso nostro sangue
operaio. Mi vuoi bene e te ne voglio
anch’io. Ho fiducia nell’addio che prelude
ad un ritorno.

F.A.

Annunci