Tag

, , ,

Sono sempre stato un essere dicotomico, accanto alla mia pars sapiens, coltivo da anni il mio lato trash con enorme soddisfazione, senza curarmi dei mugugni degli intellettuali ortodossi e sciccosi.

Ieri mi sono tuffato nel magico mondo del cinema di Serie B, o di Serie Z, come i ragazzi di Fano lo chiamano. Evviva la rassegna cinematografica “Trash” organizzata dal Centro Giovani Gimarra con la collaborazione di Peppe Nigra!

I miei amici trashofili mi avevano spesso parlato di questo evento con grande entusiasmo, ieri non me lo sono lasciato sfuggire, nonostante una stanchezza ai limiti della narcolessia.

L’occasione era troppo ghiotta, la serata prevedeva la proiezione di un vero e propio cult, “Zucchero Miele e Peperoncino”, film a episodi diretto da Sergio Martino con l’immenso Lino Banfi, la Eduige Fenech, Pippo Franco, che sarà ospite del Festival il 1 agosto, e Renato Pozzetto.

Una marea di giovani si sono dati appuntamento in quel di Fano ed hanno sfidato un’umidità di quelle che spaccano le ossa e ti fanno venire un bel raffreddore come quello contro cui sto combattendo oggi.

Mercoledì prossimo sarà la volta di “Delitto in Formula Uno” con il trucido Commissario Giraldi alias Thomas Miliam, mentre per l’ultima serata è prevista la proiezione di “Fratelli d’Italia”, a mio avviso una leggera caduta di stile trash: troppo recente e poco trash!!!!

A mezzanotte io, Marco, Pizzo e Acam siamo tornati a casa stanchi ma felici, proprio come si scriveva nei temi alle elementari.

Per chi volesse approfondire la questione aggiungo il link dell’Associazione qui.

Che vi devo dire, un giorno mi piace leggere “Ossi di Seppia” di Montale, e il giorno seguente “Ossi di Cunillo” del Pistellacci… i fans degli Esperti mi possono capire….

Annunci