Tag

, ,

Questa settimana la nostra storica Scuola Elementare ci ha lasciati.

E’ stata demolita così come la politica ha voluto. Ci siamo battuti, s’è formato un comitato che per molto tempo ha cercato tutti modi possibili per salvaguardare la struttura, per riconvertirne l’uso, nel pieno rispetto delle migliori strategie del recupero del paesaggio dell’abbandono. Per evitare che al suo posto non venisse costruito l’ennesimo agglomerato di appartamenti, in un tessuto urbano già di per sè massacrato dall’edilizia abitativa, con una Statale che è sempre più intasata e sempre più fonte di gas di scarico da respirare. Ma ha vinto la politica, la loro, quella che sta a chilometri di distanza e che si gode l’aria pulita. La mia amarezza è la stessa di molti cittadini del mio paese. Avevo pensato ad un articolo in cui mettere in luce tutti i particolari della vicenda, poi ho sentito puzza di inutile querela: oramai la scuola non c’è più, e sarebbe stato solo lo sfogo dell’innamorato tradito.

Le ho dedicato una poesia, questo sì che ho potuto farlo in piena coscienza. La foto è stata scattata da un mio concittadino, Andrea Balducci ed è bellissima.

crollo-della-scuola-elementare-di-osimo-stazione

Nessuno tocchi la scuola,
nessuno copra di macerie la sua storia –
si diceva;
eppure è lì, alla mia destra
lungo la discesa, sulla schiena
del paese, lo sguardo trema nel vedere
la resa.

Che ognuno le porti un fiore
che ogni genitore o maestra
o moccioso di vent’anni posi a terra
una carezza
perché esista un funerale
che sommerga l’indecenza,
lo squallore dei denari,
perché è nostro il suo vissuto
e non di chi vanta più potere.

Perché è nostro ciò che è stato
dei nostri padri
e dei loro padri ancora,
per quel patto che si rinnova
e non è scritto, ma si nutre
del valore umano delle cose.

La rete è scura, per pudore,
a pochi passi dalla cena
due macchine operaie
badano a quella strage
di ricordi, di parole
vissute e sillabate,

che ora giace e non si può
rialzare, perché è vigliacco,
perché è la fine,
e resta solo da ingoiare.

FRANCESCO ACCATTOLI

Annunci